Terre Del Vescovado

Le Terre del Vescovado tra borghi medioevali, ville storiche e vigneti

Le Terre del Vescovado di Bergamo costituiscono un affascinante mosaico di storia, enogastronomia, cultura e paesaggi che si estende tra le valli e le colline presenti nella provincia bergamasca, nel cuore della Lombardia.

Queste terre, con una tradizione millenaria e ricche di suggestioni, raccontano storie di antichi borghi medievali, maestose ville rinascimentali, palazzi nobiliari e paesaggi mozzafiato che catturano l’immaginazione di chi le attraversa.

Cenni storici

Il territorio del Vescovado di Bergamo ha una storia che affonda le radici nell’antichità, quando i Romani fondarono Bergomum, l’antica Bergamo, un importante centro commerciale e militare lungo la Via Gallica.

Nel corso dei secoli, la città e il suo territorio divennero crocevia di culture e popoli, subendo l’influenza dei Longobardi, dei Franchi e dei Veneziani, che lasciarono un’impronta indelebile nell’architettura, nell’arte e nelle tradizioni locali di queste terre.

Casello San Marco - Terre Del Vescovado

Casello San Marco

Dove si trovano le Terre del Vescovado

Le Terre del Vescovado si trovano a pochi chilometri ad est della città di Bergamo e comprendono ben 16 comuni, che vanno da Scanzorosciate a Chiuduno, abbracciando, tra gli altri, i comuni di Albano Sant’Alessandro, Seriate, Gorle, Pedrengo, fino ad Orio al Serio.

Gli altri comuni che compongono il mosaico delle Terre del Vescovado sono:

  • Bagnatica,
  • Bolgare,
  • Brusaporto,
  • Carobbio degli Angeli,
  • Costa di Mezzate,
  • Gorlago,
  • Montello,
  • San Paolo d’Argon,
  • Torre De’ Roveri.
Gorlago

Gorlago

Uno dei tratti distintivi delle Terre del Vescovado di Bergamo è la presenza di numerosi borghi medievali come Gorlago e Costa di Mezzate, incastonati tra i Colli del Serio e le valli, che conservano intatte le atmosfere del passato; si tratta di piccoli gioielli di architettura medievale che trasportano il visitatore in un viaggio nel tempo.

Cosa vedere nelle Terre del Vescovado

I Borghi e le Chiese

Il tour inizia a Scanzorosciate, dove si trova l’antica chiesa seicentesca di San Pietro a Scanzo. Da qui il percorso prosegue verso il borgo di Rosciate per passare poi a Seriate, dove si trova la moderna chiesa eretta costruita tra il 1994 e il 2004 in onore a Papa Giovanni XXIII dal celebre architetto Mario Botta.

Il tour si conclude in due dei borghi più antichi di questa regione, ovvero Gorlago e Costa di Mezzate che possiedono dei centri storici perfettamente conservati.

Chiesa Seicentesca Di San Pietro A Scanzo

Chiesa Seicentesca Di San Pietro A Scanzo

Ville e palazzi storici

In questi piccoli borghi la coltivazione dei vigneti è un’arte antica che si fonde con la presenza di diversi castelli ed antichi palazzi nobiliari che aggiungono un tocco di fascino e storia. Le ville storiche sparse nel territorio sono testimonianza della ricchezza e del prestigio dei nobili bergamaschi, che nel Rinascimento e nel Barocco fecero costruire sontuose residenze immerse in rigogliosi giardini all’italiana.

Alcuni esempi sono la Tenuta Frizzoni a Torre de’ Roveri ed il castello Camozzi Gherardi Vertova situato sul colle di San Giovanni nel borgo di Costa di Mezzate, mentre nel comune di Chiuduno si trova uno dei castelli più antichi della provincia di Bergamo.

Castello Camozzi Vertova

Castello Camozzi Vertova

I vigneti del Moscato di Scanzo

Le Terre del Vescovado non solo sono da ammirare ma anche da vivere, grazie ai loro tanti gioielli enogastronomici. Tra salumi, marmellate, birre artigianali ed eccellente olio d’oliva, spicca in particolare il pregiato vino Moscato di Scanzo, che nasce dalla DOCG più piccola d’Italia: 31 ettari coltivati con passione da un pugno di vignaioli che producono un vino passito apprezzato in tutto il mondo. Le maestose vette delle Alpi Orobie fanno da sfondo a questo scenario incantevole fatto di filari e cantine.

Paesaggio e Vigneti Moscato Di Scanzo Terre Del Vescovado

Paesaggio e Vigneti Moscato Di Scanzo

Cosa fare nei pressi: Cammino del Vescovado e itinerari

Il Cammino del Vescovado è una parte importante dell’esperienza di queste terre. Si tratta di un itinerario che in tre giorni consente di attraversare le colline nei pressi di Bergamo partendo dal cuore della Città Alta per raggiungere il Lago d’Iseo.

Il percorso è uno dei modi migliori per conoscere realmente le Terre del Vescovado in ogni loro sfaccettatura. In questo modo si possono visitare i borghi e le tante chiesette e santuari situate in cima a colli dalla vista panoramica.

Gli itinerari delle Terre del Vescovado di Bergamo offrono paesaggi naturali di straordinaria bellezza. Le valli bergamasche, incorniciate dalle imponenti cime delle Alpi Orobie, sono un paradiso per gli amanti della natura e delle attività all’aria aperta. Qui si possono praticare escursioni, arrampicate, mountain bike e sci di fondo, immergendosi in un ambiente incontaminato e selvaggio che regala emozioni uniche.

Cammino Del Vescovado

Cammino Del Vescovado

Sempre nelle Terre del Vescovado, all’interno del territorio comunale di Albano Sant’Alessandro, si trova anche l’Oasi naturale ASCA, una graziosa area verde gestita da parte della Protezione Civile locale che dal 2007 ha adibito questo spazio naturale per permettere alle persone di godersi piacevoli passeggiate, con percorsi pedonali che scorrono tra pozze d’acqua sorgiva e voliere per uccelli.

Inoltre, la gastronomia bergamasca è un’altra ragione per visitare queste terre. Dai formaggi d’alpeggio ai salumi tipici, dai piatti della tradizione contadina alle prelibatezze della cucina gourmet, ogni boccone è un viaggio alla scoperta dei sapori autentici di questa terra generosa e accogliente.

Per approfondimenti consultare il sito ufficiale delle Terre del Vescovado.

Perché visitare Bergamo?

 

CreditsTutte le immagini prese dal sito Ufficiale terredelvescovado.it

Itinerari, esperienze e un’anima bergamasca: questa è la Bergamo che ti racconteremo!